marketing poliambulatorio
Marketing poliambulatorio, come promuovere il sito web del tua struttura sanitaria

Se hai un poliambulatorio e vuoi farlo conoscere, devi spingere soprattutto sulla promozione a livello locale. In questo articolo ti spiego come funziona il local marketing e quali sono gli strumenti più adeguati per una pubblicità mirata che si rivolge ad un target di clientela potenzialmente interessata.
Il tuo obiettivo principale è quello di ottimizzare le risorse a disposizione, senza inutili sprechi di tempo e denaro. La prima domanda che devi fare è: a chi ti rivolgi? Dove abitano i tuoi pazienti? La speranza è che vengano pazienti da ogni parte d’Italia, ma obiettivamente è difficile pensare che le persone siano disposte a fare 200, 300 o 400 km anche se disponi di ottime attrezzature e di medici eccellenti.
Devi quindi rivolgerti a quella clientela realmente interessata ai tuoi servizi, che quindi abita nell’arco di 50-60-70 km dal tuo poliambulatorio. In questa area geografica devi costruire il tuo pubblico fidelizzato e, per farlo, devi creare un’adeguata strategia di marketing. Ottimi servizi, attrezzature all’avanguardia e medici preparati non sono sufficienti se il tuo poliambulatorio non è visibile. Analizziamo quindi quali sono le migliori strategie da seguire.

Marketing poliambulatorio: come funziona?

Uno dei principali alleati che devi sfruttare è Google. Secondo alcune ricerche negli ultimi anni le ricerche per prodotti o servizi in prossimità della posizione dell’utente sono aumentate del 150%. Questo significa che le persone cercano attività vicine alla loro residenza, sia per una questione di comodità che di fiducia.
A tal proposito Google ha ottimizzato la Local Search, cioè la ricerca locale. La ricerca del servizio è quindi sempre affiancata dalla città. Ad esempio chi intende rifarsi il seno a Napoli inserirà nel motore di ricerca le parole chiave “trattamento seno a Napoli”, così come chi cerca un ginecologo a Bologna cercherà “consulenza ginecologica a Bologna”.
Le persone cercano specialisti in determinate città, quindi devi offrire a Google tutti gli indicatori per trovarti e comparire nelle prime pagine della SERP, cioè la pagina del motore di ricerca. La geolocalizzazione sta assumendo un’importanza sempre maggiore a livello di local marketing, quindi bisogna sfruttarla anche per facilitare la ricerca dell’utente e portarlo sul tuo sito web poliambulatorio o sulle tue pagine social.

Marketing poliambulatorio: le strategie per rendersi visibile agli occhi dei pazienti

Una volta chiarita l’importanza del local marketing per il tuo ambulatorio, entriamo nel dettaglio e scopriamo le strategie offerte dal web per risultare visibili agli utenti e fornire agli algoritmi di Google le giuste indicazioni per farsi trovare velocemente.

  • Local SEO: per prima cosa devi ottimizzare il tuo sito a livello di local SEO, cioè inserire le parole chiave giuste in grado di veicolare gli utenti sul tuo portale. Lo stesso lavoro va fatto anche sui social, condividendo video, testi e contenuti che rimarchino costantemente la tua posizione geografica;
  • Google My Business: questo strumento è un validissimo alleato per promuovere la tua attività sul web e spingere nelle prime posizioni della SERP. Assicurati di inserire tutte le informazioni di contatto per gli utenti, dal sito alle pagine social, dall’email ai numero di telefono, ma anche le recensioni rilasciate dai clienti che hanno testato il tuo servizio;
  • Strategia mirata e targettizzata: in parte ho già accennato precedentemente alla questione. Se hai uno studio a Napoli, difficilmente persone che vivono a Milano, Firenze e Bologna diventeranno tuoi clienti. La tua pubblicità deve essere mirata e targettizzata, altrimenti è come sparare nel mucchio. Devi invece definire il tuo target e centrarlo con strategie oculate;
  • Il passaparola: ecco una delle forme di pubblicità più vecchie mai conosciute ma estremamente efficaci. Il passaparola si diffonde non solo tra clienti, ma anche con le partecipazioni ad eventi e convegni per farsi conoscere. Nonostante le modalità di pubblicità siano cambiante, la visibilità continua ad essere un aspetto fondamentale al quale non puoi rinunciare per far crescere la tua attività.
marketing sanitario
5 consigli per promuovere la tua struttura sanitaria con il marketing sanitario

Scopri le Best practices per promuovere la tua struttura sanitaria utilizzando le più importanti leve del marketing digitale per aumentare la tua visibilità in rete ed attirare potenziali utenti. Hai mai sentito parlare di SEO sanità?

Marketing sanitario: il tuo medico in un click

Ricerche di informazioni su internet su patologie, specialisti e sulle strutture sanitarie: ormai il web è diventato lo strumento di ricerca più utilizzato, anche per consigli e pareri all’interno di blog, forum social network.
Questi strumenti se ben utilizzati, all’interno di una strategia di marketing sanitario, possono far si che la tua struttura sanitaria sia adeguatamente promossa e pubblicizzata.
Da qui ne consegue come essere presenti online e applicare le tecniche SEO siano fondamentali per andare in contro alle esigenze dei pazienti e per ispirare professionalità e affidabilità.
Così come la creazione di contenuti ad hoc risulta essere una tecnica di promozione a costi accessibili rispetto alle tradizionali forme di marketing, permettendo di allargare il proprio bacino di utenti.
Quale sarà l’obiettivo? Consolidare o migliorare la vostra immagine e la reputazione rispetto alla concorrenza di settore, dando attenzione a contenuti di valore, messaggi costruttivi, incrementando la percezione di qualità e fiducia.
Tutto questo porterà ad un aumento delle conversioni, ovvero dei potenziali clienti che diventano utenti reali; che a loro volta agiranno da strumento di promozione, attirando nuovi clienti, se ovviamente il piano strategico è stato messo in atto correttamente.

Marketing sanitario: 5 consigli per una promozione efficace

I 5 passi per una strategia di marketing sanitario efficace ed efficiente:

  • Sito web sanità
    Ridurre la distanza tra medico, paziente e patologia: un sito web con un linguaggio chiaro e semplice, di facile navigazione, anche per i meno esperti della rete. Una grafica professionale che possa adattarsi alla navigazione sui dispositivi mobili, sempre con attenzione alla SEO per indicizzare le parole chiave che i vostri futuri utenti cercheranno.
  • Social network
    Sempre più gli utenti si ritrovano a cercare informazioni su patologie e affezioni mediche sui social, anziché sui siti aziendali; è proprio attraverso la presenza sui social che possiamo trasformare gli utenti in ambasciatori della nostra attività. Senza dimenticare che sui profili social sono utili anche per inviare preventivi, rispondere a richieste e per assistenza clienti.
  • Pagina Google Business
    Questo è uno strumento, che oltre a migliorare l’indicizzazione della tua struttura attraverso la geo-localizzazione, è funzionale anche per chi cerca informazioni di contatti, indicazioni stradali, orari di servizio e recensioni di altri utenti.
  • SEO
    L’ottimizzazione in chiave SEO è parte integrante del marketing sanitario. Che si tratti di blog o sito web le tecniche SEO permettono di posizionare la tua struttura al posto giusto nel momento giusto.
    Sempre importanti, anche nell’era del web, sono gli eventi di promozione, convegni e manifestazioni, che permettono di consolidare rapporti all’interno della comunità scientifica e stringere relazioni con partner e altre strutture. Così come lo strumento dell’e-mail marketing e della newsletter che consentono di tenere i tuoi utenti sempre aggiornati su eventuali promozioni ma anche scoperte scientifiche e servizi, ma soprattutto trasmettendo cura e attenzione verso i pazienti.
  • Video e canale Youtube
    Cosa colpisce di più di un’immagine o di un video: se ovviamente l’argomento lo consente, è utile promuovere un breve filmato per raggiungere un medio/grande bacino di utenti, con facilità di condivisione e che, soprattutto, stimoli le emozioni del pubblico e lo spinga all’azione successiva, ovvero contattare la tua struttura sanitaria. Un esempio? Un video esplicativo che risponda alle domande più frequenti dei pazienti, o che mostri in un tour a 360° la tua struttura sanitaria.
marketing studio dentistico
Studio dentistico, l’importanza del marketing sui social media

Come attrarre nuovi clienti attraverso contenuti utili e originali per il tuo studio dentistico? Scopri come utilizzare al meglio il social media marketing per la tua struttura.

Marketing studio dentistico: cosa devi sapere

Anche i dentisti come qualunque altra struttura sanitaria devono promuovere i propri servizi sul web. Deve agire, quindi come un vero e proprio imprenditore; cercando di capire come attrarre nuovi clienti, come soddisfarne le esigenze e soprattutto come fidelizzarli nel tempo. Senza dimenticare come gestire la concorrenza del mercato.

Ecco alcuni consigli su come affrontare il popolo del web; i fattori da considerare per una efficacia web marketing strategy:

  • Sito web
    Il sito web è uno degli elementi più importanti da considerare all’interno di una strategia marketing. E’ il biglietto da visita per la tua azienda. Per ottenere il massimo dal tuo sito web, dovrà essere chiaro, semplice e di facile navigazione, con informazioni sui servizi offerti, eventuali promozioni e magari video esplicativi delle più aggiornate tecniche odontoiatriche. Parola d’ordine sarà visibilità online.
    Inoltre, il tuo sito internet sarà fondamentale anche per creare o consolidare la reputazione del brand. I potenziali clienti potranno leggere le testimonianze lasciate da altri pazienti e consigliare il tuo studio a loro volta dopo averne testato personalmente la qualità.
  • SEO
    Quando si crea un sito web uno dei passi fondamentali è la SEO, Search Engine Optimization, cioè l’insieme delle tecniche che ti permette di ottimizzare il tuo sito web e di posizionarlo tra i primi risultati dei motori di ricerca; uno su tutti Google.

Marketing studio dentistico: parola chiave social media dentista

I social media giocano un ruolo importante nelle strategie di promozione di immagine in rete; essere attivo sui social media ti permette di raggiungere un vasto bacino di potenziali clienti e ti darà l’opportunità di essere facilmente reperibile.
Vediamo quali canali usare e come farlo al meglio:

  • Facebook Ads
    Parliamo degli annunci sponsorizzati su Facebook che permettono di incrementare i potenziali pazienti mostrando post anche a chi non è già un tuo follower, aumentare la visibilità dei tuoi post, scegliendo anche una determinata area geografica e di promuovere i tuoi servizi.
    Gli obiettivi perseguibili con gli annunci di Facebook sono davvero diversi, ad esempio registrare gli utenti che visitano le tue pagine web e fare remarketing, ovvero andando a focalizzarsi su persone con interessi ed esigenze simili a quelle dei tuoi abituali clienti.
    Dato che la professione del dentista si svolge a livello locale, ricorda sempre di inserire la geo localizzazione così che da raggiungere il pubblico della tua area geografica che ancora non conosce la tua struttura.
  • Video
    I video sono sempre molto apprezzati perché hanno un approccio più diretto ed immediato; ma devono possedere determinate caratteristiche per essere efficaci. Ad esempio non troppo lunghi, con immagini coerenti al servizio offerto e che ispirino fiducia.
    Inoltre, per un video è molto più semplice generare traffico organico sui motori di ricerca rispetto ad una pagina testuale. I video su YouTube si posizionano sempre tra le prime posizioni dei risultati di Google.
  • Referral
    Un termine che forse non tutti conoscono: in sostanza si tratta di tutto il traffico indiretto che il tuo sito web ottiene, grazie ad altri canali di comunicazione come forum, blog e social media; quindi non da una ricerca organica sui motori di ricerca.
    Questo avviene nel momento in cui pubblicizzi contenuti cosiddetti virali, grazie ai quali il popolo dei social media sarà incentivato a condividere.
    Ognuna delle strategie elencate ha un enorme potenziale per la tua attività; potenziale che si amplifica qualora si adotti un approccio di marketing integrato.
marketing casa di cura
Promuovere la tua casa di cura è diventato molto più semplice, grazie ai canali social

Scopri il ruolo strategico del marketing sanitario e della comunicazione per la tua casa di cura: come promuovere efficacemente i servizi attraverso sito web e social media.

Marketing casa di cura: cosa devi sapere

Quali sono le variabili da considerare affinché una casa di cura riesca a posizionarsi ottimamente sul mercato ed essere scelta tra i diversi competitors?

Senza dubbio ciò che innanzitutto una casa di cura di nuova istituzione o di consolidata esperienza che desideri rilanciarsi sul mercato, deve prestare attenzione è promuovere una missione chiara e ben comprensibile alla domanda. Va da se che anche gli attori coinvolti nella struttura medica, quindi parliamo di dirigenti, dipendenti sanitari ed amministrativi, nonchè di supporto, partecipino e condividano gli ideali promossi dalla struttura.

Un fattore davvero importante e chiaramente influenzante è conferire una specifica connotazione territoriale; significa che i servizi offerti dalla tua struttura deve rispondere a determinate esigenze del territorio in cui decidi di creare o consolidare il tuo business.

Fortemente legato al precedente è il rapporto di fiducia con i futuri ospiti della tua struttura ed essere dotati di una certa flessibilità e dinamismo per rispondere in maniera ottimale ad ogni esigenza. Così come il coordinamento di tutti i soggetti impegnati, e la capacità di cambiare e di adattarsi in funzione dei bisogni dei clienti.

Marketing casa di cura: comunicazione tradizionale

Nell’ambito delle case di cura, che offrono servizi alla persona, alle tradizionali variabili di marketing e di comunicazione si aggiungono altri 3 fattori:

  • Personale che somministra il servizio – gli operatori svolgono un ruolo centrale nella costruzione ma anche nella promozione della cultura aziendale;
  • Come appare la tua struttura – l’ambiente in cui vengono erogati i servizi ha un impatto del 70% nelle scelte degli utilizzatori finali, come insegne, parcheggio e ambiente circostante, ma anche interno come le attrezzature, indicazioni così come il clima sociale percepito;
  • Organizzazione delle attività – come vengono erogati i servizi, attraverso i quali i clienti possono esprimere un giudizio.

VS Comunicazione digitale

Comunicare in rete è ormai diventata la principale e soprattutto vincente forma di comunicazione, anche per le strutture sanitarie. Ma sapete come farlo efficacemente?

Ecco alcuni spunti da seguire:

  • Costruire un’identità online riconoscibile;
  • Creare o ridisegnare la propria reputazione online;
  • Ottimizzare il proprio sito web in ottica SEO che sia al tempo stesso di facile navigazione e comprensione, aggiornato e rispondente alle esigenze dei vostri utenti;
  • Fare attività di promozione per portare traffico al sito aziendale e trasformare potenziali consumatori in utenti finali;
  • Utilizzare i canali social come Facebook e Linkedln creando post semplici e mirati che creino emozioni e ispirino fiducia nel vostro pubblico.

Nell’utilizzare i vostri canali social, è fondamentale prima di tutto individuare i vostri target di riferimento e far capire chi siete, mettendo in evidenza i vostri punti di forza e gli elementi che vi contraddistinguono dalle altre strutture; valorizzando le vostre competenze. Trasformare i vostri utenti in veri e propri “ambasciatori” della vostra struttura; questa è la migliore forma di promozione. Usare gli strumenti del social media marketing non ha solo aspetti positivi: c’è da dire anche che essere presenti in rete e sui social, implica diversi risvolti negativi, per cui è importante sempre assumere comportamenti comunicativi coerenti con la propria identità e con ciò che intendete promuovere.

Un sito web ben strutturato sarà una vetrina per la vostra casa di cura e perciò un biglietto da visita. Fondamentale sarà affidarsi a professionisti del web: ricordate che l’obiettivo della vostra comunicazione è aumentare la visibilità in rete e trarre vantaggi per la vostra struttura, nel rispetto dei pazienti.

sito web
Sito web o pagina social? Scopri perché ti servono entrambi

Creare un sito web così come dedicarsi alla gestione di una pagina social sono le attività basilari e primarie per il business di qualunque azienda di servizi o prodotti; sia il sito internet che i social network sono determinanti per il successo commerciale della tua attività. Ecco alcune tips per utilizzarli al meglio.

Sito web: l’ABC della comunicazione

Creare un sito internet è il passo primario da compiere, il tuo biglietto da visita online.

Perché hai bisogno di un sito web?

  • Farsi trovare da chi ti sta cercano sul web

Fare in modo che i potenziali clienti trovino una fonte ufficiale in rete; in sostanza parliamo di visibilità.

  • Costruire la tua autorevolezza

Ovvero creare una personalità riconoscibile al tuo business, rafforzare la tua brand identity; che sia sicuro, chiaro e credibile

  • Proteggere il tuo brand dalla concorrenza

Senza un sito web la tua attività non ha voce, ma soprattutto, non hai difese contro la concorrenza ed eventuali plagi.

  • Posizionarti su Google per più parole chiave

Aprire un sito internet ti permette di dare inizio ad un processo di inbound marketing. Farsi trovare dalle persone al momento giusto ovvero quando hanno bisogno di soddisfare una certa esigenza. Funzionale allo scopo è anche il blog online, in cui pubblicare articoli che vanno oltre i soli contenuti commerciali, ma che inoltre rispondono alle domande che il tuo potenziale cliente si pone. Così come creare landing page ovvero sezioni dedicate di contenuti creati per un determinato prodotto o servizio. Questo ti permetterà di essere visibile in rete, per intenderci su Google, con parole chiave più ricercate; obiettivo è intercettare clienti ed incrementare le possibilità di contatto e di profitto.

  • Fare advertising

Comunicazione a pagamento su commissione utilizzata per promuovere prodotti/servizi e influenzare la scelta del nostro target.

E non dimentichiamo l’importanza del sito web se hai un e-commerce.

Sito web o gestione pagina social: due strumenti a confronto

Quanto pesa la visibilità online?

Quando progettiamo il nostro piano strategico spesso ci si trova in difficoltà sulla scelta tra, fare un sito internet e gestione pagina social. In realtà sono due strumenti molto diversi tra loro per target e finalità; uno condivide contenuti in maniera immediata, l’altro supporta la comunicazione e le vendite e va ottimizzato nel tempo. E’ evidente che siano strumenti che vanno di pari passo e si supportino a vicenda, e piuttosto che sceglierne uno, il nostro consiglio è operare attraverso entrambi.
Perché? Con i social network più diffusi, come Facebook, potrai attirare utenti cosiddetti profilati. Attraverso post informativi e promozionali sempre aggiornati incentivando così gli acquisti online. In aggiunta potrai beneficiare della portata della rete e del costo contenuto della pubblicità online, per generare traffico sul sito web e massimizzare il tuo lavoro. Parliamo di Lead generation.
La comunicazione è tutto, ed è fondamentale agire in maniera strategica su tutti i canali a disposizione.

Richiedi una consulenza gratuita

    cms ecommerce
    CMS ecommerce: quale scegliere

    Cms ecommerce: quale scegliere?

    Quali sono i CMS ecommerce più utilizzati? WooCommerce con il 22%, Shopify 17%, Magento 13%, PrestaShop 4%, BigCommerce e OpenCart con il 3%. Non sai quale scegliere? Leggi i nostri consigli per trovare il CMS adatto al tuo sito ecommerce.

    Cms ecommerce: caratteristiche e funzioni

    Che cos’è un CMS: Content Management System, ovvero un sistema di gestione dei contenuti, un software che permette di creare, gestire e modificare siti internet anche da chi, non abbia particolari competenze di programmazione e web development o sia un esperto dei linguaggi di codice e del web. I CMS offrono la possibilità di integrare molte opzioni, dai form e photo gallery ai sistemi di pagamento, in modo semplice ed efficiente. E’ possibile installare dei template grafici e personalizzarli in maniera facile. Senza un CMS bisognerebbe scrivere file HTML statici e caricarli su un server; invece, con un sistema di gestione di contenuti CMS come ad esempio i siti WordPress, si può semplicemente scrivere il contenuto in un’interfaccia che, per farla breve, assomiglia un po’ al tradizionale Microsoft Word.

    A cosa serve un CMS?

    • Creare siti web aziendali
    • Redigere un Blog, un giornale online o semplicemente un sito web informativo
    • Negozi di ecommerce
    • Forum
    • Gestire i contenuti dei Social network
    • Costruire corsi online
    • Creare Portfolio professionali

    Che legame c’è tra un sistema CMS e un ecommerce, vi chiederete.

    I vantaggi più evidenti:

    • ordinare i cataloghi dei prodotti dei negozi online
    • ampliare il raggio d’azione e la copertura digitale, attraverso la pubblicazione di contenuti commerciali targetizzati
    • ottimizzazione della gestione vendite di prodotti e servizi su Internet

    Perché scegliere un sistema CMS per la gestione del tuo e-commerce?

    I sistemi CMS non solo permettono di gestire l’immagine della tua azienda, consolidare ed incrementare la Brand Awareness, ma anche “piazzare sul mercato” i tuoi prodotti o servizi. La scelta della piattaforma giusta assume quindi un ruolo decisivo; sia per attirare nuovi clienti che per fidelizzare quelli esistenti. L’obiettivo è fornire la migliore esperienza d’acquisto possibile, incrementando le vendite. Ecco perché è fondamentale scegliere un CMS ecommerce per le tue attività.

    CMS ecommerce: guida alla scelta

    Sono diversi i sistemi CMS sul mercato: come scegliere quello giusto?
    Alcuni fattori importanti da considerare:

    • compatibilità di base e relativa interfaccia
    • interconnessione tra i sistemi
    • sincronizzazione delle informazioni

    Essenziale, sarà una preventiva ed approfondita analisi di esigenze ed obiettivi aziendali.

    CMS ecommerce più popolari

    Il CMS più noto e usato è WordPress, con una quota di mercato di oltre il 35,2%, ma ce ne sono diversi; eccone alcuni:

    • Joomla ecommerce
    • Drupal
    • Magento
    • Squarespace
    • Wix
    • TYPO3

    Alcuni di questi, si focalizzano su una funzione specifica, come Magento, più complesso rispetto ad altri, ma con un alto livello di personalizzazione; WooCommerce, il più diffuso per semplicità di implementazione e gestione; a metà strada si colloca invece, PrestaShop, considerato, il più adatto alle piccole/medie imprese.

    E tu quale scegli? Se vuoi saperne di più sull’argomento, troverai interessanti questi approfondimenti:
    Creare un sito e-commerce e Come rendere il tuo e-commerce il numero uno.

    Richiedi una consulenza gratuita